AFGHANISTAN: SANGUE E VIOLENZA ALLA VIGILIA DEL VOTO

» 2009-08-19 16:45
AFGHANISTAN: SANGUE E VIOLENZA ALLA VIGILIA DEL VOTO
KABUL – Un commando armato ha attaccato oggi all’alba una agenzia della Pashtani Bank nel centro di Kabul, impegnando le forze di sicurezza che hanno ripreso il controllo dell’edificio uccidendo i tre membri del commando dopo quattro ore di scontri a fuoco.

Questo episodio fa parte di una spirale di tensione che non accenna ad attenuarsi a 24 ore dal previsto voto per le elezioni presidenziali. Il governo vuole assolutamente che tutto si svolga con ampia partecipazione popolare, mentre i talebani stanno cercando di far fallire questo appuntamento. Dopo gli spettacolari attentati contro le forze militari internazionali di Ferragosto e ieri con cui hanno dato prova di poter valicare qualunque dispositivo di sicurezza, i talebani hanno rivendicato oggi anche l’attacco alla Pashtani Bank, che però per le autorità è stata un’operazione di criminalità comune.

Minacce e avvertimenti alla popolazione a non votare si sono intensificati nelle ultime ore, ed oggi attraverso un loro sito Internet gli insorti hanno sostenuto che “20 kamikaze imbottiti di esplosivo circolano nella capitale per portare a termine la loro missione”. Dopo i 33 morti di ieri, anche la giornata odierna è segnata da vittime in varie regioni del paese.

Un caso di “fuoco amico” non ancora confermato ufficialmente avrebbe infatti causato la morte di quattro agenti di polizia nella provincia di Ghazni, mentre cinque persone, quattro della stessa famiglia, sono decedute quando il veicolo su cui viaggiavano è saltato su un ridimentale ordigno esplosivo a Paktika (Afghnistan orientale). Per evitare che il ripetersi di questi episodi possa fare il gioco dei talebani ed far propendere la popolazione per il non-voto, il governo ha deciso di introdurre la censura sull’informazione riguardante attacchi o attentati fra le 6 e le 20 di domani.

AFGHANISTAN: SANGUE E VIOLENZA ALLA VIGILIA DEL VOTOultima modifica: 2009-08-19T18:27:40+00:00da legionario90
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento